Giulio Einaudi editore

Fiabe francesi della Corte del Re Sole e del secolo XVIII

Copertina del libro Fiabe francesi della Corte del Re Sole e del secolo XVIII di VV.
Fiabe francesi della Corte del Re Sole e del secolo XVIII
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli
1954
I millenni
pp. XXV - 550
€ 46,48
ISBN 9788806081690
Prefazione a cura di

Il libro

Il regno di Luigi XIV vide nascere, svilupparsi e poi far finta di scomparire un genere letterario che lo illustra più d’ogni altro: quello dei racconti di fate. Colui che era destinato a divenire il Re Sole, nato come per miracolo dopo ventidue anni di speranze deluse, come avrebbe potuto non amare quelle fate che avevano presieduto alla sua nascita? L’infanzia e il meraviglioso vanno evidentemente molto d’accordo, ma l’infanzia d’un principe come lui è il meraviglioso realizzato; e ciò non solo perché un compagno di giochi gli offre, fra tanti splendidi balocchi, un cannoncino d’oro tirato d’un guardaroba inimmaginabile – brache di scarlatto ornate di galloni d’argento, cappelli piumati… – e neppure perché, fino a sette anni, lo si addormenta la sera raccontandogli quelle “storie di Pelle d’Asino” che tanto gli piacciono e che si prolungheranno nei suoi sogni; ma anche perché le arti, le scienze, la storia in generale concorrono al successo d’un genere il quale non aspettava che il suo momento per nascere e fiorire.

Altri libri diNarrativa francese