Giulio Einaudi editore

Un caso freddo

Copertina del libro Un caso freddo di Philip Gourevitch
Un caso freddo
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

La vicenda realmente avvenuta di un assassino braccato per trent'anni.

2002
I coralli
pp. 135
€ 12,50
ISBN 9788806162405
Traduzione di

Il libro

Frankie Koehler entra in questa storia sparando a bruciapelo come il gangster di un vecchio film in bianco e nero con Humphrey Bogart e Jimmy Cagney, e subito scompare nel nulla. Quando riappare ventisette anni dopo è solo grazie all’accanimento di un detective di New York, Andy Rosenzweig, che non vuole dimenticare il duplice omicidio rimasto irrisolto.
I casi «freddi» sono i piú pericolosi, niente di piú facile del chiuderli sostenendo che il presunto colpevole sia anche un presunto morto. Ma Rosenzweig non molla, e scavando nel passato di Koehler, ricostruendone la vita e arrivando persino a cenare ogni sera nello stesso ristorante, nella speranza di veder passare sul marciapiede la sua preda, riesce a incastrarlo.
Il libro però non vive soltanto della caccia al colpevole. Philip Gourevitch ci offre una galleria di newyorchesi indimenticabili, da Richie Glennon, una delle vittime, a Murray Richman, l’avvocato della mala che accetta di difendere Koehler. Un caso freddo è molto di piú della semplice ricostruzione di un caso di omicidio. È la storia di una grande ossessione individuale che si snoda attraverso una serie di ossessioni collettive: un’immagine in profondità dell’America moderna.

«Questo libro è molto di piú del racconto avvincente di un investigatore deciso a risolvere un caso di assassinio vecchio di ventisette anni. La storia è vera, ma ricorda certe indagini romanzesche della letteratura europea del secolo scorso, dove la fine che ci si aspetta non è la fine del libro. Non sono le modalità dell’assassinio o la caccia al colpevole a creare il mistero, ma la natura stessa del crimine».

Scott Turow

Altri libri diPhilip Gourevitch