Giulio Einaudi editore

Tutta colpa di una canzone

Tutta colpa di una canzone
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Daniel era stato il primo a regalarle una compilation. Dentro ci aveva messo i Police, Jimi Hendrix, i Talking Heads, i Beatles, David Bowie. Ma Alison un giorno era sparita senza lasciare spiegazioni. Ora, dopo tutti questi anni, il nome di Dan le compare sul telefono insieme al link per una canzone. Perché le canzoni dei sedici anni non si dimenticano mai.

«Adorabile, toccante, incantevole».
Daily Mail

«Una storia d'amore e nostalgia, con una colonna sonora eccezionale».
Best Magazine

«Un concentrato di malinconia e romanticismo».
Sunday Mirror

2021
Stile Libero Big
pp. 464
€ 19,50
ISBN 9788806244941
Traduzione di

Il libro

«Cercò sul computer “Elvis Costello & the Attractions, 1978, Pump It Up”, e trovò subito il video che voleva. Uno sfondo di un bianco purissimo e la batteria perfetta di Pete Thomas, i magici riff della tastiera di Steve Nieve e la goffa eleganza di Elvis, che cantava e faceva smorfie, fletteva le ginocchia, ballonzolava su caviglie che sembravano di gomma. Dan lo guardò e riguardò piú volte: cazzo, un genio assoluto. Ed ecco il messaggio che quel brano avrebbe trasmesso ad Alison Connor: “Ricordi? Io non potrei mai dimenticare”. Copiò il link e glielo mandò. Niente parole, nessun messaggio. Solo la canzone a parlare per sé».