Giulio Einaudi editore

Lezioni di ballo per anziani e progrediti

Lezioni di ballo per anziani e progrediti
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

«Un libro che si rispetti non serve per far sì che il lettore riesca a prendere sonno meglio, ma perchè se ne salti giù dal letto»

2018
Letture Einaudi
pp. XLII - 152
€ 17,50
ISBN 9788806208035
Traduzione di

Il libro

Lezioni di ballo per anziani e progrediti rappresenta uno dei risultati più originali della ricerca narrativa di Hrabal ed era l’unico suo grande libro non tradotto in italiano. In un inarrestabile monologo, un settantenne dalla buona memoria e dalla sfrenata fantasia racconta frammenti della sua vita ai tempi dell’Impero asburgico. I suoi ricordi di soldato «nell’esercito più bello del mondo», di operaio in una fabbrica di birra e di calzolaio per la ditta Salamander di Vienna si intrecciano con le storie di cappellani che scappano con qualche bella figliola, principi ereditari che si suicidano per amore, sfortunati cuochi militari che perdono la loro fasciatura nell’impasto per le salsicce, assassini seriali, donne vogliose e giovanotti che fanno figli a ripetizione ma «per prova»… Il tutto condito con strampalate massime attinte da un fantomatico libriccino intitolato Autoprotezione e igiene sessuale.

[Le Lezioni di ballo] le avevano date a leggere a sei redattori, c’eravamo riuniti tutti quanti, e loro avevano detto che nell’insieme la cosa poteva anche andare, è chiaro che ha un’aria un po’ sperimentale, ed è ovvio che ci sembra molto lungo, e dato che io sono sempre d’accordo con tutti, gli faccio: Giusto, lo pensavo anch’io da parecchio, facciamo così, in tutto non sono più di centotrenta pagine, e tra la prima e la centotrentesima noi una trentina-quarantina di pagine le facciamo scolar via. Bene, fanno loro, preciso così! E così io avevo fatto scolar via giusto il racconto Lezioni di ballo, e l’avevo fatto in maniera così precisa che di quel racconto era restato soltanto il titolo per il volumetto. E quello che era scolato via l’avevo fatto poi sgocciolare da un’altra parte. Bohumil Hrabal (1969)

Altri libri diBohumil Hrabal
Altri libri diAltre narrative