Giulio Einaudi editore

Scusa l’anticipo, ma ho trovato tutti verdi

e altri 499 luoghi comuni al contrario
Scusa l’anticipo, ma ho trovato tutti verdi
e altri 499 luoghi comuni al contrario
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Una divertente raccolta, comica e geniale, di luoghi comuni al contrario, a partire da un blog di successo.

2010
ET Pop
pp. XIV - 112
€ 12,50
ISBN 9788806201470
A cura di
Prefazione a cura di

Il libro

I luoghi comuni devono dire qualcosa, ma quel qualcosa deve essere detto sempre nella stessa forma, e possibilmente sempre con lo stesso tono. Sono a metà tra il genere letterario e la categoria del pensiero e sono applicabili, letteralmente, a qualsiasi possibile campo del sapere (e del non-sapere) umano. Sono gli spot di ciascuno di noi, come quelle pubblicità che ripetono pigramente sempre le stesse cose, senza crederci troppo («da oggi puoi», «è arrivato il nuovo», «scopri i nuovi»), o come certi cliché giornalistici, utili per caratterizzare una notizia, o meglio una serie, senza dover stare a rispiegare tutto da principio. Ma non siamo qui per parlare di luoghi comuni. Siamo qui per parlare di luoghi comuni al contrario, di cui questo volume raccoglie una strepitosa collezione: «La pianura è stata fatale ai due alpinisti». Oppure «Appena svengo vedo il sangue» o «Se ci sono eterosessuali nel calcio, io non ne ho mai visti». O ancora «Il sacrificio è sport». E nell’inversione del luogo comune, spesso, oltre a un senso di profonda comicità, emerge il significato vero e profondo dei luoghi comuni, o, al contrario, la loro totale e incompresa assurdità.