Giulio Einaudi editore

Effetto domino

Può una catastrofe finanziaria essere raccontata come una catastrofe naturale? Un'onda grandiosa e terribile che travolge le vite di tutti, potenti e umili, indistintamente. Non resta che seguirle una a una, quelle vite, entrando nelle stanze in cui si prendono le decisioni o nello spazio deserto in cui un uomo cerca una via di fuga alla sua disperazione. Un romanzo potentemente contemporaneo: un duello western, nell'Italia di oggi, tra individui disposti a tutto. E, intorno a loro, qualcosa di piú grande: una luce molto terrena che abbaglia il mondo.

2015
Supercoralli
pp. 236
€ 19,50
ISBN 9788806225018

Il libro

Ci sono uomini abituati a esprimersi solo attraverso il denaro. Uomini che non vanno liquidati con facili parole: lo sa bene Romolo Bugaro, che – oltre a essere uno scrittore ipnotizzato dal mondo – è un avvocato che conosce da vicino, per lavoro, le traiettorie di ascese e fallimenti. Ritrarli con verità, nel bene e nel male di cui sono capaci, è la scommessa di questo suo romanzo. Perché la verità non indebolisce il giudizio etico, anzi lo rafforza proprio nella misura in cui lo complica. Quando uomini come questi si mettono in testa di concludere un grande affare – ad esempio di costruire una città di lusso nella provincia veneta, facendola spuntare come un fungo dall’oggi al domani – niente può fermarli. O forse sí. Forse può accadere che il semplice «no» di una banca produca un effetto domino senza fine, travolgendo le esistenze di tutti. Grandi costruttori, piccoli imprenditori, camionisti, casalinghe, bambini ignari di ogni cosa. Perché quando la valanga comincia a rotolare non c’è salvezza per nessuno. Ma non tutto è come sembra, in una storia di uomini ossessionati dal lavoro, dal denaro e dal potere al punto da apprezzare l’abilità di chi è riuscito a fregarli. E forse l’espressione tecnica «segnalazione a sofferenza» può diventare per molti una metafora perfetta.