Giulio Einaudi editore

Il discorso, la storia, la verità

Interventi 1969-1984
Copertina del libro Il discorso, la storia, la verità di Michel Foucault
Il discorso, la storia, la verità
Interventi 1969-1984
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Vengono qui riuniti materiali diversi che documentano la riflessione di Foucault per un periodo di oltre dieci anni, da L'ordine del discorso alla parte maggiore di Microfisica del potere, attraverso molteplici analisi storiche, che vanno dalle pratiche giudiziarie dell'antica Grecia alle tecniche di goveno dell'età medievale o delle società liberali.
Per continuare a pensare come possibile, di fronte all'avvento di nuovi assoggettamenti e di nuove servitú, l'esperienza della libertà.

2001
Biblioteca Einaudi
pp. 374
€ 25,00
ISBN 9788806130633
A cura di

Il libro

Nel 1969 Michel Foucault era stato eletto alla cattedra di «Storia dei sistemi di pensiero» del Collège de France. Si definiva allora una straordinaria avventura intellettuale che avrebbe visto l’allestimento del cantiere dei corsi, la pubblicazione di Sorvegliare e punire, dei volumi della Storia della sessualità, e infine la miriade di scritti, interviste, interventi che ne costituiscono, come dirà Deleuze, le «linee di attualizzazione». Da quest’ultima falda provengono i materiali qui riuniti: la prolusione inaugurale intitolata L’ordine del discorso, la gran parte della Microfisica del potere, oltre a una selezione di materiali che vanno dal 1969 al 1984. Le questioni su cui Foucault imposterà le sue ricerche saranno quelle relative alla «volontà di verità» della società occidentale, attraverso l’analisi delle pratiche giudiziarie dell’antica Grecia, dell’inchiesta, dell’esame, dei procedimenti inquisitoriali, della confessione, nel loro intreccio con i dispositivi di potere, disciplinare e biopolitico, che Foucault rintraccerà nelle tecniche di governo proprie dell’età medievale o delle società liberali, e all’interno delle forme «pastorali» di controllo delle anime e delle condotte. Le analisi storiche di quegli anni saranno accompagnate da un’attenzione costante per i problemi di carattere teorico e metodologico – da quello dello statuto delle categorie impiegate, a quello del confronto con le vicende filosofiche e politiche a lui contemporanee – dell’impresa genealogica. I testi qui raccolti forniscono un’illustrazione della vocazione critica di tale impresa, necessaria secondo Foucault per continuare a pensare come possibile, di fronte all’avvento di nuovi assoggettamenti e di nuove servitú, l’esperienza della libertà.

Altri libri diMichel Foucault