Giulio Einaudi editore

Disavventure della verità

Copertina del libro Disavventure della verità di Franca D'Agostini
Disavventure della verità
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

Non ci si può disfare della verità se e in quanto si intende rimanere all'interno della filosofia, ossia di un discorso preliminare e generale (e in una certa misura libero e neutrale) su teorie, visioni della realtà, modi di dare conto della realtà.

2002
Biblioteca Einaudi
pp. XXXVI - 305
€ 14,50
ISBN 9788806159191

Il libro

Contrariamente a quanto si dice, non esistono oggi «molte filosofie», ma un unico benché multiforme orientamento scettico, che definisce – con gradi di maggiore o minore radicalità – la «razionalità minimale» all’opera in qualsiasi discorso filosofico. Al centro (o al cuore) di questa grande koiné scettica agisce profondamente, ma con effetti avvertibili, l’idea che sia difficile o impossibile afferrare, o riconoscere, o definire la verità. Ma è davvero così? In quale senso può essere vero che la verità non esiste, o è indefinibile, ineffabile, inafferrabile? Il libro ricostruisce la storia di un solo enunciato, «la verità non esiste», e delle sue traduzioni e parafrasi: dai sofisti e dagli antichi scettici fino a Nietzsche e alle teorie contemporanee sulla scomparsa della verità. È una storia controversa, fin da principio segnata dalla consapevolezza che a normali condizioni logiche non si può negare la verità: perché se è vero che la verità non esiste, allora almeno una verità esiste. La ricostruzione storica aiuta a capire che la verità è «innegabile» come altri concetti fondamentali della tradizione filosofica: come l’essere, il pensiero, il linguaggio. Cosí come non può essere vero che la verità non esiste, non si può pensare l’assenza di pensiero, e dire l’assenza di linguaggio. Ma esistono, essere, pensiero, verità, linguaggio? La tesi del libro è che non ci si può disfare della verità (esattamente come non ci si può disfare di altri concetti-fondamenti) se e in quanto si intende rimanere all’interno della filosofia, ossia di un discorso preliminare e generale (e in una certa misura libero e neutrale) su teorie, visioni della realtà, modi di dare conto della realtà.

Altri libri diFranca D'Agostini