Giulio Einaudi editore

Storia della letteratura brasiliana

Copertina del libro Storia della letteratura brasiliana di Luciana Stegagno Picchio
Storia della letteratura brasiliana
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

La letteratura brasiliana illustrata con chiarezza e sistematicità; i momenti e le figure di una letteratura che negli ultimi anni ha saputo esprimere figure di primissimo piano nel panorama mondiale.

1997
Biblioteca Einaudi
pp. XVIII - 769
€ 27,89
ISBN 9788806142032

Il libro

Che cosa resta, in questo scorcio di millennio, del Brasile esotico, che ci affascinò nell’immediato dopoguerra? Che cosa resta della letteratura antropofagica brasiliana che deglutiva i valori dell’Europa per acquisirne freudianarnente le virtú? Dove sono le storie della Rio – Corte imperiale di Machado de Assis? I romanzi esemplarmente populisti di Jorge Amado, l’avventura di parole nello spazio magico del sertãodi Guimarães Rosa, le epifanie lunari di Clarice Lispector? Al di là di ogni bipartizione fra una produzione letteraria nel Brasile Colonia e una fioritura autonomista nell’Ottocento dell’Indipendenza, si sostiene qui che la letteratura brasiliana è una sola dal 1500 a oggi. Che cosa significa allora per i lettori odierni la poesia fastosarnente barocca di un Gregório de Matos, l’oratoria di un padre Vieira, la letteratura di un’Arcadia differente, dove in luogo della bianca agnellina si distende ai piedi della pastora un corrusco jacare? Si può parlare, nel villaggio globale di fine secolo, di uno stile brasiliano? Sono gli interrogativi ai quali, nel suo stile cattivante, nella sua pagina «scritta», ma anche con la sua solidissima impalcatura bibliografica e documentale, cerca di rispondere questo libro. Una storia della letteratura nella prospettiva dell’oggi, alla ricerca delle opere che, lungo un arco temporale di cinque secoli, ci sono contemporanee.