Giulio Einaudi editore

Del sentire

Copertina del libro Del sentire di Mario Perniola
Del sentire
indice
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

C'è un modo di sentire tipico della nostra età? Che cosa accomuna fenomeni molto lontani tra loro come il neo-fanatismo e il neo-scetticismo, il fondamentalismo e il nichilismo?

2002
Biblioteca Einaudi
pp. VI - 136
€ 13,80
ISBN 9788806162542

Il libro

Secondo l’autore, alla fine del Novecento si è affermato un nuovo tipo di potere: la sensologia. Essa impone un universo affettivo impersonale, caratterizzato da un’esperienza anonima e reificata, nella quale tutto si dà – per cosí dire – come già sentito. L’approfondimento di questa situazione di disagio non può prescindere da una rassegna dei modi in cui la facoltà di sentire è stata pensata dall’estetica moderna, dal Seicento al Novecento. Attraverso una rapida, ma incisiva esposizione delle idee di alcuni grandi pensatori come Cartesio, Gracián, Kant, Vico, Hegel e altri, vengono prese in esame varie forme di affettività: dalla passione, che fonda la sfera privata della soggettività, al trasporto, che lancia la persona in un’abbagliante mondanità; dal sentimento, che purifica l’individuo introducendolo in climi rarefatti e sublimi, alla sapienza poetica, che lo immerge in sensazioni corpose e primitive; dal pathos spirituale, che si esalta nel superamento morale di ogni sofferenza, al cuore, che lega il singolo a un destino irrevocabile; dalla pulsione di vita, che esprime un’interiorità collettiva, alla pulsione di forma, che mira a un’astratta eleganza e a uno stile essenziale. Nessuno di questi modi di sentire è tuttavia in grado di porsi come alternativo al mondo sensologico contemporaneo. È nel passato remoto dell’Occidente, l’antichità classica, che è radicata una possibilità di sentire radicalmente opposta al già sentito. Questa si rivela inseparabile dall’esperienza della filosofia, la quale è non solo in grado di soddisfare il desiderio di conoscenza e di costituire una guida per l’azione, ma altresí di aprire il cammino all’esplorazione dell’irrazionale, anche nelle forme patologiche in cui esso sovente si presenta oggi.

Altri libri diMario Perniola