Giulio Einaudi editore

Viva Garibaldi

Un'odissea nel 1860
Copertina del libro Viva Garibaldi di Alexandre Dumas
Viva Garibaldi
Un'odissea nel 1860
Mondadori Store Amazon IBS La Feltrinelli

L'impresa dei Mille raccontata da un cronista d'eccezione.

2004
I millenni
pp. XL - 506
€ 70,00
ISBN 9788806165796
Traduzione di
Contributi di

Il libro

Viva Garibaldi. Un’odissea nel 1860 è l’odissea di Dumas che, partito per una crociera nel Mediterraneo, incontra e accompagna Garibaldi e i suoi Mille, tra la Sicilia e Napoli, dalla primavera all’autunno 1860. Dobbiamo il testo alla riscoperta erudita e letteraria di Claude Schopp. Il lettore che non vuole rinunciare al piacere immediato per tuffarsi nella genesi dell’opera è colpito dall’unità conferita al libro dall’andamento congiunto di due avventure, la peregrinazione mediterranea di Dumas e la spedizione militare siciliana di Garibaldi. Invece il lettore troppo curioso, e per carattere un po’ insoddisfatto, il lettore che intuisce le esigenze dell’erudizione, è costretto ad ammettere di avere di fronte un ibrido: ibrido geniale, certo, ma una sorta di mostro letterario, a immagine del suo autore. Ognuno dei due ha ovviamente ragione. E uno dei primi meriti di Viva Garibaldi è di ribellarsi alle classificazioni troppo semplici e drastiche: non è né racconto autobiografico né racconto d’immaginazione né testimonianza di attualità o corrispondenza giornalistica; ma è tutto questo insieme. Una natura composita, a ricordarci come Dumas sia alla ricerca della formula che definisce l’alchimia dell’artista romantico: scrittore profeta sempre in viaggio, che sogna di essere al tempo stesso testimone e amico dell’eroe dei popoli, ma anche personaggio indispensabile e insieme storico della sua epopea.

Dall’Introduzione di Gilles Pécout

Altri libri diAlexandre Dumas
Altri libri diNarrativa classica