Premio Bancarella 2013

Maurizio de Giovanni finalista con «Vipera»


Condividi

È tra i sei titoli selezionati dai librai per il Premio Bancarella 2013Vipera, la più recente avventura del commissario Ricciardi raccontata da Maurizio de Giovanni.

«Dopo l'inverno dei silenzi, delle vie gelide battute dalla tramontana, dei geloni e della pioggia fredda, le passioni hanno accumulato tanta di quell'energia distruttiva che non aspettano altro per eruttare il loro disordine»: è la primavera del 1932, manca poco alla Pasqua, e il consueto andirivieni della folla nei vicoli e nelle piazze di Napoli - finalmente riscaldata dal tepore della bella stagione - è bruscamente sconvolto da un delitto: Vipera, la prostituta più bella e famosa del prestigioso bordello di via Chiaia, il Paradiso, è morta. Il suo ultimo cliente sostiene di averla lasciata ancora viva, il successivo di averla trovata già morta. Eppure qualcuno l’ha soffocata con un cuscino… E tanti sono i personaggi che potevano avere una ragione per ucciderla: avidità, gelosia, frustrazione, bigottismo.
Il compito di scoprire chi è stato tocca al commissario Ricciardi, l’investigatore che ha il dono di percepire gli ultimi pensieri dei morti ammazzati. Per arrivare alla verità, dovrà farsi largo in un dedalo di sentimenti tortuosi e passioni insospettabili, tra camice nere che imperversano e una città, coraggiosa e vigliacca insieme, che cambia volto insieme alla primavera che avanza. Mentre Vipera continua a sussurrargli nell’orecchio i suoi ultimi pensieri…

Dopo Per mano mia, Maurizio de Giovanni torna nella Napoli degli anni Trenta e ci consegna il secondo capitolo della tetralogia dedicata alle festività. «In Per mano mia aveva spazio il Presepe, - ha detto De Giovanni in un’intervista per l’Unità, che con le sue allegorie è più legato alla Napoli della cristianità. In Vipera mi interessava la settimana che precede la Pasqua come clima di rinascita primaverile della natura e forme penitenziali imposte dalla religione cattolica. Il contrasto tra gli elementi mi affascinava…». E a far sentire più forte ancora questo contrasto c’è l’ambientazione scelta dall’autore: i mercati, i vicoli, la rete dei commerci vecchi e nuovi, e soprattutto il Paradiso, il bordello, luogo eletto per la socialità maschile, e insieme luogo di sfruttamento femminile, un mondo complesso attorno al quale gravitano passione, amore, ma anche invidia e odio, e tanto dolore.
Sullo sfondo, come nei libri precedenti, il regime fascista, che qui si inasprisce. È passato un anno dalla prima avventura di Ricciardi, un anno intenso che lo ha molto cambiato. E l’Italia cambia con lui: in Vipera il fascismo mostra il suo lato più duro e violento, e il dato politico, che all’inizio era marginale, entra a scompigliare le maglie del romanzo… Tanto che uno dei compagni di Ricciardi, dissidente della prima ora, finirà seriamente nei guai…
Ancora una volta il malinconico commissario avrà a sua disposizione solo pochi indizi e la sua profonda sensibilità: quella di chi non può fare a meno, neppure quando vorrebbe, di sentire sulla propria pelle il dolore degli altri.

Il vincitore del Premio Bancarella 2013 sarà premiato il prossimo 21 luglio a Pontremoli.

***

«A me interessa raccontare la passione che muove tutto, mi occupo più del perché qualcosa è accaduto rispetto a chi lo ha fatto succedere. All’inizio di tutto c’è sempre un impulso positivo, che poi degenera, scolora, si trasforma fino a diventare la più terribile delle pulsioni. Si uccide per fame e per amore: ecco, alla fine racconto questo».

Maurizio de Giovanni

***

«Vipera è l’impagabile conferma di aver trovato un compagno di emozioni».

Massimo Vincenzi, la Repubblica

Il libro


Vipera - copertina

Maurizio de Giovanni


Vipera


2012
Stile libero Big
pp. 312
€ 18,00
ISBN 9788806203436

«Che cosa hai visto, Cennamo Maria Rosaria del Vomero, detta Vipera? A che cosa hai pensato, mentre stavi morendo? Mentre il tuo corpo meraviglioso, la fantasia di centinaia di uomini, lasciava andare il tuo estremo respiro?»

Maurizio de Giovanni, Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi

***

Il romanzo dell'amore impossibile, una città sospesa sull'abisso, un personaggio di donna che rivela il cuore segreto di ognuno. Ripercorrendo la vita troppo breve di Vipera, Ricciardi scoprirà tutto il dolce e tutto l'amaro della vita.

SCHEDA LIBRO
ARCHIVIO