Copertina

Andrea Canobbio


Il naturale disordine delle cose


2004
Supercoralli
pp. 266
€ 16,50
ISBN 9788806166816

La tensione che pervade questo romanzo nasce da una scrittura ipnotica, da un ritmo esatto, dalla descrizione del vuoto colmo di desiderio di chi sta sempre un passo a lato, non lontano dalla vita.

Il libro

Al disordine imprevedibile del bosco, Claudio Fratta vorrebbe sostituire l'ordine artificiale dei giardini che progetta e costruisce. Ma da buon giardiniere conosce il valore dell'attesa, ha imparato ad aspettare il ritorno delle stagioni perché le sue creature prendano forma, e perché le storie si compiano.
Una sera però, nel posteggio deserto di un supermercato, Claudio assiste a un omicidio. Una donna entra nella sua vita e sembra trascinarlo verso la conclusione accelerata di ciò che è rimasto in sospeso: il fallimento di suo padre, la morte del fratello minore.
Sullo sfondo c'è una città nuova, fatta di agglomerati anonimi e capannoni industriali e campi abbandonati, dove a parlare è il silenzio, e dove i sentimenti cercano nuovi spazi per incontrarsi, radicarsi e fiorire.

Commenti

Non ci sono ancora commenti per questo titolo. Se vuoi, inserisci tu il primo.

scrivi il tuo commento
 
Condividi

SEGNALA A UN AMICO
PARLA DEL LIBRO NEL TUO BLOG