Copertina

Salvatore Settis


Azione popolare

Cittadini per il bene comune


2012
Passaggi Einaudi
pp. 240
€ 18,00
ISBN 9788806212933

«Indignarsi non basta. Negli anni feroci che stiamo attraversando, la stessa parola "indignazione" è stata a lungo bandita dal discorso pubblico in Italia, e chiunque la pronunciasse veniva tacciato di moralismo e invitato a non esser pessimista, pensare ad altro e godersi la vita. Per poter professare l'indignazione che ci bolliva dentro abbiamo dovuto aspettare che venisse di moda».

Salvatore Settis, Azione popolare. Cittadini per il bene comune

Altre edizioni: Azione popolare. 2014. ET Saggi
Azione popolare. 2012. eBook

Il libro

«Azione popolare» è il pieno esercizio del diritto di cittadinanza, per imporre un'agenda politica centrata sul bene comune. Il suo manifesto esiste già: è la Costituzione. Che società ci aspetta sotto l'assolutismo dei mercati e il ricatto del debito pubblico? Quale ambiente, quale cultura, salute, educazione? Quale giustizia sociale? Serve un'altra idea di Italia per liberare energie civili, creatività, lavoro. Per la Costituzione, lo Stato siamo noi. Cittadini responsabili. In prima persona.

Indignarsi non basta. Contro l'indifferenza che uccide la democrazia, contro la tirannia antipolitica dei mercati dobbiamo rilanciare l'etica della cittadinanza. Puntare su mete necessarie: giustizia sociale, tutela dell'ambiente, priorità del bene comune sul profitto del singolo. Far leva sui beni comuni come garanzia delle libertà pubbliche e dei diritti civili. Recuperare spirito comunitario, sapere che non vi sono diritti senza doveri, pensare anche in nome delle generazioni future. Ambiente, patrimonio culturale, salute, ricerca, educazione incarnano valori di cui la Costituzione è il manifesto: libertà, eguaglianza, diritto al lavoro. La comunità dei cittadini è fonte delle leggi e titolare dei diritti. Deve riguadagnare sovranità cercando nei movimenti civici il meccanismo-base della democrazia, il serbatoio delle idee per una nuova agenda della politica. Dare nuova legittimazione alla democrazia rappresentativa facendo esplodere le contraddizioni fra i diritti costituzionali e le pratiche di governo che li calpestano in obbedienza ai mercati. Ricreare la cultura che muove le norme, ripristina la legalità, progetta il futuro. Serve oggi una nuova consapevolezza, una nuova responsabilità. Una forte azione popolare in difesa del bene comune.

Commenti

ANTONIO CAPITANO 12/11/2012 07:57

Questo libro di Salvatore Settis è una miniera di contributi intrisi di passione civile che, presi singolarmente o nell'insieme, costituiscono una fonte di ideali forti e concreti in nome dell'"actio popularis".. L'autore, con un linguaggio immediato e pieno di enormi risorse indica una "terza via"per uscire dalla crisi nella quale siamo affondati. E per emergere dall'attuale palude salmastra individua nella Costituzione, definita "una ricchissima dote ideale, giuridica e culturale di un alto sistema di principi e di diritti", la giusta rotta per abbandonare ogni deriva, ogni populismo per dare vigore ad un "concretismo" che riporti in primo piano il valore e la dignità di ciascuna persona. Ci sono pagine bellissime che una descrizione non potrebbe sintetizzare. Ma l'opera è davvero meritevole di adozione in quei contesti nei quali si forma il senso civico degli appartenenti ad una comunità.


gabrielesalari 07/11/2012 16:26

Come sempre Settis ha la capacità di mettere i puntini sulle i. Nel precedente libro precisava il significato di termini abusati e strattonati da più parti come paesaggio, ambiente e costituzione, mentre ora torna su questi temi e su quello più ampio (e abusato) di "bene comune". Un peccato che Settis non sia ancora ministro della cultura, ma questo libro è un buon programma di governo come anche un "manifesto" dei cittadini attivi, quelli che non si rassegnano e si rimboccano le maniche. Da leggere tutto d'un fiato o anche da assaporare a piccole dosi.


Antonio Capitano 07/11/2012 10:57

Un libro pieno di naturale sostanza per la concretezza delle tematiche proposte, questo nuovo prezioso ed autorevole pamphlet di Salvatore Settis sicuramente potrà innovare, con la sua forza intellettuale, l'attuale dibattito in ordine al momento di crisi che stiamo attraversando sotto ogni profilo e in ogni contesto. Una miniera di saggezza.


Ci sono 3 commenti per questo libro 1
scrivi il tuo commento
 
Condividi

SEGNALA A UN AMICO
PARLA DEL LIBRO NEL TUO BLOG