Copertina

Michael Jakob


Sulla panchina

Percorsi dello sguardo nei giardini e nell'arte


2014
Piccola Biblioteca Einaudi Ns
pp. XVIII - 270
€ 28,00
ISBN 9788806217143

Indice
Chiudi

Indice
Premessa. - Una passeggiata a Ermenonville. La «panca di via». Dalla Toscana all'Île-de-France. Bomarzo, teatro di panche e di sguardi. L'Isola dei Pioppi. La panchina di Lenin. I coniugi Andrews. Rousseau a Ermenonville. Il circuit-walk garden. Una serie atipica di panchine. La panca delle madri di famiglia. De la composition des paysages. Imprimere l'Isola dei Pioppi nella memoria. Tele-visione e desiderio. Tarda estate. La panca-ciliegio, la panca-frassino, la panca-tiglio... Et in Gorki ego. «... proprio sotto la mia panchina». Avventure attorno alla panchina. Amplificatio I. Amplificatio II. Amplificatio III. - Indice dei nomi.



Traduzione di Graziella Girardello

Quando ci sediamo su una panchina in cerca di un momento di riposo o per godere della vista di un paesaggio, quasi mai ci rendiamo conto di quanto questo oggetto, in apparenza banale e insignificante, funzioni come una vera e propria macchina visiva, «intelligente e visionaria», in grado di farci comprendere la realtà che abitiamo. Obbedendo a una semplice quanto efficace strategia visiva, la panchina, mentre apparta dal flusso del mondo, crea situazioni e paesaggi particolari, insegna, suscita, cita. Orienta il nostro sguardo e modella il nostro stato d'animo.

Il libro

Michael Jakob ci guida in un viaggio sorprendente attraverso i giardini e le epoche, dalla Toscana rinascimentale alla Francia del Settecento, dalla Russia degli anni Venti ai paesaggi industriali della contemporaneità, provando a ricostruire le molteplici vite di un'entità desueta: dalle panchine reali, come le «panche di via» di Firenze o Pienza e quelle stravaganti di Bomarzo, a quelle letterarie (Rousseau, Stifter, Sartre), artistiche (Manet, Monet, Van Gogh, Liebermann) o cinematografiche (Vertov, Antonioni). Un saggio di cultura visuale colto e raffinato, accessibile - per il fascino dei temi, l'originalità dell'impostazione, l'eleganza della scrittura e la ricchezza dell'apparato iconografico - anche al lettore curioso.

Commenti

Non ci sono ancora commenti per questo titolo. Se vuoi, inserisci tu il primo.

scrivi il tuo commento

Altri libri di Arti figurative


Condividi

SEGNALA A UN AMICO
PARLA DEL LIBRO NEL TUO BLOG